mercoledì 10 ottobre 2012

Non sono mamma e le mamme non le capisco

Ore 8.15 di questa mattina, sotto alla mia finestra due mamme, dopo aver depositato la creatura all'asiletto, fanno a gara di masochismo:

Mamma "pedagoga": Ieri ho stirato per 3 ore! mentre i bambini guardavano i cartoni...

Mamma "lamatematicanonesiste": Io non so per quante ore ho dovuto stirare, ho approfittato che la bambina era da mia mamma, ho iniziato alle 2 e finito alle 7!!

Mamma "pedagoga": Eh ma ci tocca...

Mamma "lamatematicanonesiste":Dai, andiamo a prenderci un cappuccio al bar che poi devo andare in centro a prendere una maglietta che visto ieri e alle 11 dal parrucchiere"

Mamma "pedagoga": Se a prendere la maglia vai da XX allora vengo a farci un giro anche io... tanto stamattina non ho da fare

Ok, ci viene insegnato che bisogna stirare, io non ci credo un granchè a dire il vero e lo considero soprattutto uno spreco assoluto di energia elettrica, di energia personale e di tempo. Ma forse se hai dei figli ti senti soggetta ancora di più al giudizio del mondo come donna, madre e casalinga.

Poi non ho figli quindi non ho esperienza, ma possiedo la logica, la capacità di assegnare  priorità e un minimo di capacità organizzativa e quindi mi chiedo: ma stirare quando sono all'asilo e poi farci qualcosa con questi bambini al pomeriggio no?

Sentendo le mamme che passano sotto casa sembra che tutto si riduca al lavarli, vestirli, tenerli occupati con la tv o con altro basta che non ti stiano addosso, fare da mangiare, pulire casa, lavare e stirare... e poi andare dal parrucchiere, fare shopping, prendere cappucci ma la brioches no che ingrasso.

Non ho ancora sentito UNA volta una mamma dire "ieri abbiamo colorato a tempera" oppure "l'altro giorno ci siamo messi a giocare a..."

Spero davvero sia solo una questione di tirarsela fra mamme, un io-faccio-un-sacco-di-cose-faticose-ed-estremamente-noiose-perchè-sono-più-brava, e non uno specchio reale della loro vita...

Perchè conosco mamme che giocano con i bambini, disegnano colorano cucinano sporcano la casa e sono contente. E poi magari stirano, di notte o quando i bimbi non ci sono o all'ultimo minuto, giusto una pestatina alla maglietta prima di uscire di casa.

A me piacciono queste mamme.

 :)

-ch-

ps. ho cambiato template, via il beige ed ecco un bel prato con i soffioni...  I LOVE soffioni!

lunedì 8 ottobre 2012

Alla ricerca di una tenda...


Due settimane fa ero in rete alla ricerca di info su tessuti da tendaggi oscuranti (causa lampione che punta direttamente alla mia finestra) ('sticazzi direte) e mi sono imbattuta in un sito con raccolta di link per ricevere campioni gratuiti di tessuti.
Oggi sono arrivate le prime 3 buste!

http://www.tessuti-zanderino.it/ Si possono chiedere gratuitamente 3 campioni, oltre chiedono un contributo a campione.
I campioni sono di dimensioni ridotte e irregolari circa 10x15cm, il tessuto non è per niente adatto a quello che dovrei farci ma è bello, i colori però sono completamente diversi dalle foto sul sito.

E' la mia foto senza flash e un po' sfuocata che fa pena.
Istruzioni per richiederli cliccando qui

http://www.bemz.com/en/textiles/
Anche qui tessuti pesanti per tendaggi o divani, 10 campioni 10x10cm veramente belli con tramatura bella grezza

Da tenere in considerazione.
Istruzioni per richiederli cliccando qui 

Last but not least, anzi proprio per niente least

http://www.sanderson-uk.com/ Si possono ordinare fino a 6 campioni gratuiti a scelta tra tessuti e carte da parati. I campioni arrivati sono bellissimi!
Sono piuttosto grandi, 15x15cm circa i piccoli e  20x20cm circa gli altri... credo che la misura vari a seconda del tipo di tessuto, io ho scelto sempre quelli per tendaggi e rivestimenti divani.
Oltre ai colori "polverosi" mi piace moltissimo anche la sensazione tattile :)



Purtroppo non sono oscuranti quanto vorrei, forse anche perchè di colori chiari.

Istruzioni per richiederli cliccando qui 

Attendo ancora:
http://www.dressyoursofa.com/free-fabric-samples

e http://www.tessuti.com/ sembra che da questo sito si possano ordinare 5 campioni ogni mese... mi sa che ci proverò!


La ricerca continua... anche se sto già progettando il piano B!

-ch-

2 biliardi di post

Sono quelli che ho scritto mentalmente in questi... ehm... sette mesi (sette) e che non ho mai postato sul serio.

Shame on me.

Ma mi conosco, così faccio, mi faccio prendere dalle millanta cosa da fare leggere pensare e mi perdo.
Poi quando mi ritrovo vorrei scrivere un post decente con argomenti interessanti, quindi tergiverso, rifletto, cambio idea, decido e inizio, cambio di nuovo idea e intanto passa altro tempo.

Sigh.

Stavolta farò finta di niente (questo blog finirà per diventare la testimonianza indelebile dei miei buoni propositi disattesi) e mi occuperò di inutilità!

-ch-

dimenticavo, DEVO cambiare l'aspetto del blog, il beige in autunno mi mette depression

giovedì 2 febbraio 2012

Due libri...

Causa neve e gelo ho avuto un po' di tempo per leggere finalmente!
Peccato per le scelte dei libri però, uno bruttarello, l'altro inutile (se capissi come inserire le emoticon qui ci sarebbe lo smile che sbatte la testa al muro)


More about L'ultima tracciaL'ultima traccia
Charlotte Link


Di questa autrice avevo già letto con piacere "La casa delle sorelle" e con meno piacere "La fine del silenzio".

Mi dispiace dover dire che per me "L'ultima traccia" si posizione vari gradini sotto ad entrambi.
Trama veramente povera, non tanto di eventi che anzi ad un certo punto sono anche troppi e tutti ravvicinati, quanto di energia e di spunti interessanti.
Personaggi tristi e vuoti e bidimensionali e se mi viene in mente di peggio lo aggiungo dopo.

E vogliamo parlare della traduzione/revisione?
No, va bene che c'è la crisi, ma due euro ad un correttore di bozze li potevano anche dare, così magari non mandavano in stampa queste perle:

Pag. 25
"Dapprincipio non era mai successo in pratica, ma da quando Robert era entrato nella pubertà e, com'era naturale, creava più problemi, le situazioni del genere si erano moltiplicate"

Oppure non rischiavano di avere i tempi verbali saltellanti per tutto il libro, piccolo esempio Pag.176
"Per caso non è che hai sentito come si chiamava..."
"No, non lo disse. E' stato tutto molto di corsa. Anche io avevo fretta"

Magari suona male solo a me, magari è un tentativo di caratterizzare la parlata gergale dei due personaggi, magari.

Libro s-consigliato!

More about Orgoglio e pregiudizio e zombieOrgoglio e pregiudizio e zombie
Seth Grahame-Smith

Sul libro fra gli autori è annoverata la povera cara Jane Austen, non sono del tutto convinta che ne sarebbe felice.

Perchè questo libro è.... meh....... insomma, c'è orgoglio e c'è pregiudizio, ma tuttoTUTTOtutto ! con poche virgole fuori posto! E ci sono gli zombie. E le signorine Bennet vanno in giro con il moschetto e il coltello. E Mr Darcy anche. Fine. Il resto lo si sa già. La gente non si parla ma si scrive tantissimo. E' tutto un invito a pranzo, invito a passeggio, invito al ballo. E come è giusto le signorine devono fare un buon matrimonio.
(pardon, ho un attacco di nausea)


Ah, dimenticavo, ci sono i Ninjia!!! che probabilmente mentre non sono in scena passeggiano per la campagna inglese chiedendosi "ma che cavolo ci facciamo qui???"
Me lo chiedevo pure io in effetti, e mi chiedo anche perchè un'operazione del genere possa essere tanto interessante da dare vita anche a dei seguiti. Basta prendere due cose fuori posto e martellarle a forza nel mezzo di un classico per dirsi scrittori?
Perchè in questo caso posso giurare di aver letto della fanfiction scritta meglio...
Non c'è niente in questo libro che aggiunga un "plus" all'originale come invece era riuscito a fare Fforde con "Il caso Jane Eyre".

Niente voti, solo un depressissimo "meh"
Io potevo fare a meno di questo libro, forse anche il mondo poteva farne a meno.
Unico vantaggio (se è poi un vantaggio!!), mi ha fatto tornare voglia di leggere l'originale anche solo per calmare lo spirito inquieto di Jane!
Grosso svantaggio, la scorsa estate avevo preso già uno dei seguiti "Mr Darcy, vampiro". Magari senza avere un libro della Austen da ricalcare l'autore riesce a scrivere qualcosa di interessante... la speranza è l'ultima ecceteraeccetera.
E poi è risaputo, i vampiri sono meglio degli zombie.

Almeno voialtri, fate buone letture !
-ch-

venerdì 20 gennaio 2012

Il post di inizio anno in ritardo giusto di quei 20 giorni....tanto per iniziare bene!

Questo post è collegato a quello sul mio blog "professional!" (da pronunciare ora e sempre alla Balasso)
manicreative/se-aspetto-di-avere-il-tempo
quindi se leggete questo vi potete risparmiare di leggere l'altro, o viceversa, o anche no.
Perchè essendo post di riflessione personale sono allo stesso modo inutili per molti e interessanti in modo diverso per pochi, forse giusto per me stessa.
Ecco. L'ho detto.
D'altra parte questo è un blog a carattere di diario privato(*). Si, lo so, qualcuno lo considera esibizionismo ma tutti i diari "privati" sono esibizionisti... sono scritti perchè qualcuno li legga alla fine, che le cose veramente private te le tieni ben al chiuso nella tua testolina. Quindi...

Il maledetto 2011 è stato un anno difficile per me, difficilissimo a livello personale, e in un certo senso non è ancora finito, per metabolizzare certi eventi, certe perdite, ci vuole molto più di un anno. E non se ne ha nemmeno una gran voglia eh, meglio lasciare lì, "spazziamo il problema sotto al tappeto nella speranza che non salti più fuori"
Io credo di averlo fatto, per tutto lo scorso anno.
Ho lanciato tanta di quella roba sotto a quel tappeto che ci dev'essere un passaggio per Narnia bello intasato lì sotto.

Solo che adesso il problema è saltato fuori, e se ne è tirati dietro una fila.
La cosa mi innervosisce parecchio... sono diventata intollerante a tutte le complicatezze quotidiane.
Mi infastidisco se c'è poco lavoro, mi infastidisco se c'è troppo lavoro (ma equidistribuirsi nella settimana no eh?!), mi infastidisco a leggere le Nmila cavolate (leggasi "minchiate galattiche") che passano in facebook scritte da gente che ne sa, mi infastidisco a vedere le lotte a coltellate alle spalle nei forum e nei social network nei gruppi di hobby che ingenuamente continuo ad immaginare come luoghi idilliaci in cui ci si incontra solo per il piacere di CONDIVIDERE, mi infastidisco se tizia(**)  dice A e pure se dice B. Mi infastidisco terribilmente davanti a chi professa Il Verbo ai propri adepti e poi lo sanno tutti, o basterebbe aprire gli occhi per vederlo, che non segue nemmeno una virgola di quello che dice.


Insomma un caos, un accumulo di nervoso e di arrabbiature e anche di delusioni che non fanno altro che aumentare il peso.
Così finisco a mettere in discussione quasi tutto e a complicarmi la vita, ad arrotolarmi fra i forse e i se tanto che alla fine mi trovo legata sù come un bel salame...e ben mi sta...
Ho un carico pesante di domande e dubbi attaccati alla caviglia e mi frenano e bloccano ora che dovrei prendere decisioni e fare scelte.... e non so bene se conviene affidarmi al caso o alla fortuna....


Ma è ora! di fare pulizie, di liberarsi del bagaglio, di rimettersi a camminare.
ferma non ci posso restare.

Nel processo, sicuro, perderò la pazienza più volte, sbotterò in faccia a questo e a quello, litigherò, mi farò delle nemiche...

... pazienza....

Forse alcune persone meritano di essere perse. Forse alcune persone davvero si sta meglio ad averle come nemiche o come non-amiche al massimo.

Ora di muoversi...
-ch-


* il blog oggi è a carattere di diario privato. Domani magari no.
** Tizia mi infastidisce come nessuno altro in questo periodo, devo stare attenta perchè ho un hard disk carico di materiale compromettente....